Intervento Diretto

PDVD_037Rappresenta il Servizio di più lontana tradizione e prevede la presenza di un “educatore tiflologico” presso le scuole di ogni ordine e grado della provincia di Brescia in cui sia inserito un alunno con deficit visivo.
Dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di secondo grado, gli operatori del centro garantiscono una presenza professionale specializzata, differenziata in base all’età e alle esigenze dei singoli alunni, alle richieste delle scuole e all’effettivo contesto di appartenenza.

La figura dell’educatore tiflologico che, come la terminologia suggerisce, e’ figura specializzata nell’educazione e nella didattica del minorato della vista, non svolge mansioni di tipo assistenziale ne’ vuole sostituirsi alla figura dell’insegnante di sostegno, ma si affianca al personale educativo in compiti specialistici.

ARTICOLAZIONE DEL SERVIZIO
A. Coinvolgimento nel progetto educativo globale dell’alunno ipo e non vedente e nelle conseguenti scelte generali.

L’educatore Tiflologico del Centro:

  1. Collabora con il corpo docente della scuola per la migliore integrazione del soggetto non vedente nella comunità scolastica
  2. Collabora alla predisposizione del P.E.I. (Piano Educativo Individualizzato) dell’alunno non vedente o ipovedente
  3. Viene invitato alle riunioni degli OO.CC., cui compete la programmazione degli interventi finalizzati all’inclusione dei soggetti in situazione di handicap, quando vengano affrontati problemi riguardanti alunni ipo-non vedenti
  4. Opera in modo da favorire l’acquisizione del massimo grado di autonomia da parte del soggetto ipo-non vedente anche mediante interventi formativi e di supporto didattico e strumentale

B. Esercizio delle specifiche competenze per favorire l’acquisizione del massimo livello di autonomia da parte dell’alunno con deficit visivo e l’inclusione scolastica.

L’educatore Tiflologico del Centro:

  1. Organizza, in collaborazione con gli insegnanti di classe, specifiche attività finalizzate al consolidamento dei prerequisiti di base per l’apprendimento della letto-scrittura braille, soprattutto nei confronti degli alunni inseriti nella scuola dell’infanzia
  2. Di concerto con i docenti, progetta percorsi per l’apprendimento della letto-scrittura Braille, consigliando strategie didattiche per la condivisione con il gruppo dei coetanei
  3. Realizza materiale sensoriale, progetta e predispone il materiale didattico ritenuto più idoneo per l’acquisizione, da parte del soggetto non vedente o ipovedente, dei contenuti culturali nelle singole discipline (testi in braille, testi ingranditi, registrazioni, schede operative a rilievo…)
  4. Favorisce l’acquisizione di competenze per l’uso degli indispensabili strumenti tiflotecnici (dattilobraille, dattiloritmica, strumenti tiflotecnico – informatici, macchina da scrivere,…)
  5. Prepara testi scolastici in Braille per i non vedenti e testi ingranditi per gli ipovedenti
  6. Facilita l’acquisizione del metodo di studio anche attraverso momenti specifici di lavoro concordati con la scuola e la famiglia

C. Ricerca del più funzionale coordinamento tra Educatori Tiflologici del Centro, gli OO.CC., il GLH di istituto.

L’educatore Tiflologico del Centro:

  1. Si coordina con il Consiglio di classe/interclasse allo scopo di definire modalità e tempi per la predisposizione del materiale, per la trascrizione delle prove di verifica, per l’assistenza durante le prove d’esame in caso di effettiva necessità
  2. Collabora con l’insegnante durante le attività curricolari e altre che necessitino di specifico supporto quanto a metodologia e sussidi
  3. Collabora con gli specialisti dell’A.T.S. seguendone le necessarie indicazioni soprattutto in presenza di soggetti con pluriminorazione
  4. Offre la propria consulenza al personale docente della scuola in ordine alla conoscenza e all’uso degli strumenti tiflotecnici e tifloinformatici.

L’Equipe del servizio di Supporto Scolastico Tiflodidattico è composta da:
BENINI ANGELA, DI FILIPPO PASQUALINA, DI LERNIA ANTONIA, FARINA RITA, GASPARINI CLARA, GIUDICI SARA, LONATI ALESSANDRA, MINIERI ANNA,MULAZZI GLORIA, RESCONI ROBERTA, TORTELLI EMANUELA, TORTELLI EVELINA, VEZZOLA CLARA.